Menu

ABC

L'indice di efficienza delle keyword


Dopo aver individuato le keyword per le quali vogliamo posizionare un sito web, occorre passare alla scelta di quelle più convenienti e che con più probabilità ci possono dare buoni risultati, in termini di posizionamento e di traffico di utenti.

I criteri per valutare le keyword sono diversi. Tra questi abbiamo l'indice di efficienza di una keyword, definita in ambito SEO come KEI (Keyword Effectiveness Index).


La formula

Si tratta di una formula matematica che calcola un valore relativo all'efficienza di una keyword: una keyword efficiente, nel concetto della KEI, è essenzialmente una keyword molto popolare (cioè con molte ricerche effettuate dagli utenti) e al tempo stesso con un numero basso di concorrenti.

La formula classica della KEI è questa:
indice efficienza ricerca keywords
dove R sta per il volume di ricerche per quella determinata query, eseguite all'interno di un determinato arco temporale (ad esempio un mese)
e C sta per competitor, ovvero tutte quelle pagine che per la keyword sono presenti all'interno dei risultati del motore di ricerca, e che quindi partecipano alla competizione per il posizionamento sulla SERP.

Come intuiamo da questa formula, l'indice di efficienza si alza con l'aumentare del volume di traffico per una keyword e al contrario si abbassa con l'aumentare della concorrenza.

Le keyword più efficienti, che quindi permettono potenzialmente di posizionare con più facilità una pagina, sono quelle con indice di efficienza più alta: un numero alto di ricerche e contemporaneamente un basso livello di concorrenza.


Come utilizzare la KEI

Prendiamo l'elenco delle keyword che abbiamo individuato e per ognuna di esse calcoliamo l'indice di efficienza, concentrando poi l'attenzione su quelle keyword che hanno un valore più alto.

Creiamo una pagina di calcolo (Excel, Foglio elettronico di Open Office, ecc) con quattro colonne:
1) le keyword
2) il volume di ricerche
3) il numero di concorrenti
4) l'indice di efficienza (qui automaticamente sarà calcolato R2/C)

calcolo efficienza keywords

Come ricaviamo i dati per eseguire questo calcolo?

  • Il numero di ricerche mensili lo possiamo ricavare dagli Strumenti per la Pianificazione delle parole chiave di Adwords.
  • Per ricavare il numero di pagine concorrenti digitiamo la query direttamente sulla barra di ricerca e qui ritroviamo il numero dei risultati, che rappresenta il valore C relativo alla concorrenza.

Il numero di ricerche al quadrato diviso il numero di risultati ci dà l'indice di efficienza.
Calcoliamo quindi l'indice di efficienza anche di tutte le altre keyword che abbiamo individuato in una fase iniziale.

Una volta terminata questa raccolta di dati, possiamo ordinare le keyword dagli indici di efficienza più alti a quelli più bassi.
In questo modo possiamo focalizzare l'attenzione su alcune keyword che potrebbero essere molto efficienti, e quindi potenzialmente più convenienti rispetto ad altre.

seocenter.it
RIPRODUZIONE RISERVATA


Hai trovato interessante o utile l'articolo? Condividilo con altre persone!


Come ottimizzare i siti web ed essere primi sui motori di ricerca?

Segui il Corso SEO professionale:


  • 120 video lezioni in HD
  • oltre 22 ore di spiegazioni ed esempi
  • accesso all'area didattica 24 su 24
  • documentazione e linkografia per approfondimenti
  • aggiornamenti costanti
  • attestato di partecipazione

Aumenta la visibilità del tuo sito web.Il Corso SEO è disponibile online. Da subito, sul tuo PC, tablet o smartphone.

Inizia adesso